“Visionarie, La Primavera di Manfredonia”: domenica 4 maggio la lettura spettacolo “Lo scialle andaluso”, concerto Sax Fandango quartet e presentazione libro La magia della foresta

“Visionarie, La Primavera di Manfredonia”: domenica 4 maggio la lettura spettacolo “Lo scialle andaluso”, concerto Sax Fandango quartet e presentazione libro La magia della foresta

Continuano gli appuntamenti con il programma di eventi di “Visionarie, La Primavera di Manfredonia” che si concluderà sabato 10 maggio con il concerto evento dei Dire Straits Legends. Domenica 4 maggio si inizia alle 18.00 con il concerto di Sax Fandango Quartet in Piazza del Popolo; alle ore 18.30 la lettura spettacolo “Lo scialle andaluso” con Nunzia Antonino (Terrazza arcivescovile del Campanile della Chiesa di Santa Chiara); alle 19, in Corso Manfredi (nei pressi del Cafè des Artistes), appuntamento con letture ad alta voce con la presentazione del libro “La magia della foresta, la Foresta Umbra e Tsaso” scritto da Laila Campobasso, ed. Andrea Pacilli Editore.

La prima edizione di “Visionarie, La Primavera di Manfredonia” – il programma di eventi realizzato da Bottega degli Apocrifi, dal Gal DaunOfantino, dall’Agenzia del Turismo e dal Comune di Manfredonia – si concluderà con il concerto dei Dire Straits Legends, che il 10 maggio calcheranno il palcoscenico del Teatro Comunale “Lucio Dalla” (info e biglietti 0884.532829).

IL PROGRAMMA DI DOMENICA 4 MAGGIO

Ore 18.30, Terrazzo Arcivescovile/Campanile Chiesa Santa Chiara, Musica e storie al Tramonto con la lettura spettacolo “Lo Scialle Andaluso” con Nunzia Antonino a cura di Carlo Bruni (ingresso € 3,00. Info. 335.244843). Il reading, con Nunzia Antonino e i musicisti Fabio Trimigno e Michele Telera, è curato da Carlo Bruni.

Quando il sole si avvia oltre l’orizzonte e lentamente lascia spazio alle ombre della sera.

E’ questo il momento prezioso scelto per cominciare il racconto, che ha il suo incipit allo scoccare dell’heure bleu sopra uno dei tetti più suggestivi della città: il terrazzo del Seminario Arcivescovile su cui pioggia il campanile della Chiesa Santa Chiara.

A immergerci nel fascino del racconto, un’accattivante narratrice presta la sua voce e il suo corpo alle parole della più grande narratrice italiana del ‘900, Elsa Morante. Costruttrice di straordinarie cattedrali di carta, la Morante rivela nello scialle andaluso i suoi temi più intimi, come il rapporto contraddittorio fra madre e figlio. Interpretato dall’attrice Nunzia Antonino, mettendo in voce la scrittura dell’autrice, il recital affida all’oralità il compito di rievocarne l’emozionante intensità: un invito alla lettura, ma anche un’occasione per farci leggere da questa illuminata interprete dell’animo umano.

 

Alle ore 18.00, in Piazza del Popolo, Sax Fandango Quartet in concerto con Nicolò Pantaleo (sax soprano), Francesco Loiacono (sax contralto), Linda Caramia (sax tenore) e Michele Gilli (sax baritono).

Grazie alla curiosità dei singoli componenti di sperimentare generi diversi e ispirati dall’amore per la musica, nasce il Fandango Sax Quartet. L’obiettivo del gruppo è proporre arrangiamenti originali e un organico insolito per dare vita ad un genere dal repertorio piacevole ed interessante, adatto ad un vasto pubblico. I giovani talenti di cui l’ensemble si avvale, provenienti dai Conservatori di Bari e Monopoli dove si sono diplomati con il massimo dei voti, e tutt’ora impegnati nel proprio perfezionamento musicale con docenti di fama internazionale come Mondelci, Gerboni, Mazzoni, Marzi, Moretti, David, uniscono alla conoscenza del repertorio classico l’attitudine ad interpretare autori contemporanei, la cui scrittura richiede, anche quando all’ascolto ciò non risulta immediato, una tecnica e una capacità interpretativa propria e specifica del genere. In questo caso la pulizia delle linee e l’immediatezza delle armonie sono ottenute solo lavorando sulla complessità del tessuto armonico affidato ai quattro sax, garantendo come risultato una musica fresca eppur nuova. Il repertorio che il Fandango Sax Quartet propone comprende brani originali di repertorio originali oltreché trascrizioni di colonne sonore, musica classica, ragtime, standard jazz, e molto altro ancora; spaziando nei generi e nel tempo si arriverà, passando attraverso autori più o meno noti, all’ascolto di brani scritti da compositori contemporanei: un ottimo modo per apprezzare le potenzialità del sassofono e divulgare il repertorio classico e moderno esistente per questo organico attraverso brani originali e ottimi arrangiamenti. Il quartetto ha all’attivo numerosi concerti in diverse città italiane per conto di enti pubblici e associazioni culturali, riscuotendo sempre notevoli consensi di pubblico e critica. I componenti svolgono singolarmente attività concertistica in ambito cameristico e in altre formazioni orchestrali come l’Orchestra del Teatro Petruzzelli, l’Orchestra Sinfonica della Provincia di Bari, L’Orchestra Magna Grecia di Taranto, l’Orchestra del Conservatorio di Bari e Monopoli, il “Collegium Musicum”, La Banda di Ruvo di Puglia. Numerosi sono i riconoscimenti che questa formazione ha ricevuto classificandosi al primo posto assoluto in numerosi concorsi nazionali ed internazionali, tra i quali “Città di Caserta – Belvedere di San Leucio”, “Città di Riccione”, “Città di Cosenza”, “Magna Grecia” presso Gioiosa Jonica, “Città di San Severo”, “Terra delle Gravine” presso Ginosa, “Luigi IX” presso Venaria Reale, “Don Vincenzo Vitti” presso Castellana Grotte. In occasione del XVIII Stage Internazionale del Saxofono (2-4 dicembre 2012), che si è svolto presso il Conservatorio “G.B. Pergolesi” di Fermo, il Fandango Saxophone Quartet  è stato invitato dall’A.S.I. (Associazione Saxofonisti Italiani) a tenere un concerto come gruppo emergente.

 

Alle ore 19.00, in Corso Manfredi (nei pressi del Cafè des Artistes), letture ad alta voce con la presentazione del libro “La magia della foresta, la Foresta Umbra e Tsaso” scritto da Laila Campobasso – ed. Andrea Pacilli Editore.


X