“Rigenera”, Severo (Bottega degli Apocrifi): “È un’esortazione alla comunità”

"Rigenera", Severo (Bottega degli Apocrifi): "È un'esortazione alla comunità"

Il teatro rigenera.

Rigenerare è rinascere a nuova vita. Far rinascere a nuova vita trasformando qualcosa di esistente. Rigenera è per noi Apocrifi un’esortazione alla comunità. È l’imperativo necessario ai distratti, agli affamati e disfattisti, ai prestigiatori degli eventi di marketing vuoto e fine a se stesso.

Rigenera è l’imperativo che sprona i dormienti e coloro che corrono senza osservare il mondo circostante.

Non tutto il teatro è rigenerante, di questo sono più che certo. Quando ci si siede ad un tavolo per pensare ad una Stagione si corre sempre uno di questi rischi: o quello di  assecondare una certa moda televisiva, o quello di inseguire una sperimentazione  artistica fine a se stessa; in entrambi i casi gioca un ruolo decisivo l’incapacità di vederci lungo.

Il teatro che vedremo, ascolteremo, e spero sentiremo sulla pelle in questi mesi vorrei fosse capace di farci guardare lontano, vorrei che fosse coraggioso. Fatto di quelle scelte coraggiose che spesso mancano alla politica, alle classi dirigenti, e vorrei che fosse – per questa sua natura coraggiosa – inevitabilmente POPOLARE, se popolo ancora significa  un insieme di persone fisiche che sono in rapporto di cittadinanza – e quindi di dialogo – con uno Stato.


X