“Professione Pubblico”: il progetto speciale di Bottega degli Apocrifi che regala un punto di vista privilegiato sul teatro.

“Professione Pubblico”: il progetto speciale di Bottega degli Apocrifi che regala un punto di vista privilegiato sul teatro.

Dieci spettatori potranno incontrare attori, registi e operatori per saziare la fame di curiosità. 5 incontri legati alla visione di 5 spettacoli. Iscrizioni entro il 19 gennaio 2019.

Alzi la mano chi dopo aver assistito ad uno spettacolo teatrale non vorrebbe porre delle domande al regista, sciogliere i dubbi sulla storia rappresentata, fermarsi a chiacchierare con l’attore o l’attrice di turno.

Un sogno che diventa realtà grazie a “Professione Pubblico”, il progetto speciale ideato da Bottega degli Apocrifi nel 2014, che nasce per regalare ad alcuni spettatori un punto di vista privilegiato sul teatro e sulla creazione artistica.

Un’esperienza a tutto tondo intorno all’universo teatrale che dà la possibilità a 10 persone di incontrare attori, registi e operatori al fine di scoprire insieme i mondi possibili che si mescolano per restituirci l’esperienza, sempre unica, della visione di uno spettacolo.

Una bellissima opportunità per capire più a fondo come si fa teatro e per saziare la fame di curiosità verso un mondo apparentemente lontano.

L’edizione 2019 del progetto prevede 5 incontri legati alla visione di 5 spettacoli teatrali.

Si parte domenica 20 gennaio con “Schiaccianoci Swing”, a seguire dalle 19 alle 20 le dieci persone selezionate potranno partecipare all’incontro “Come nascono le musiche di uno spettacolo?” con il regista Cosimo Severo ed il compositore  Fabio Trimigno.

Il secondo appuntamento in programma è giovedì 24 gennaio con la visione dello spettacolo “Anfitrione” a cui seguirà, dalle 22.30 alle 23, l’incontro “La rivisitazione di un classico” con la regista Teresa Ludovico.

Domenica 3 febbraio dopo lo spettacolo “Pulgarcito” si cercherà di trovare risposte all’interrogativo “Ogni tema per ogni pubblico?”, affrontando la prima parte di questo quesito con la drammaturga Stefania Marrone. La seconda parte del quesito sarà oggetto dell’incontro il programma mercoledì 13 febbraio, sempre con Stefania Marrone, dopo la visione dello spettacolo “Parenti Serpenti”.

Sabato 9 febbraio alle 18.00 il pubblico incontrerà il regista Marco Martinelli e la pratica del Teatro delle Albe per poi assistere, alle 21, alla lettura/spettacolo “Farsi Luogo”.

«Anche quest’anno abbiamo voluto creare un momento intimo e privilegiato per 10 spettatori. È un regalo che facciamo per far sentire il pubblico più partecipe, coinvolgendolo a fondo e accorciando le distanze tra palco e platea», dichiarano dalla Bottega degli Apocrifi.

È possibile iscriversi a “Professione Pubblico” entro le ore 20.00 di sabato 19 gennaio. I posti disponibili sono 10 e saranno definiti in base all’ordine di arrivo delle iscrizioni.

La partecipazione agli incontri è gratuita e l’unico costo da sostenere a carico dei partecipanti sarà il biglietto d’ingresso agli spettacoli.

“Professione pubblico” è promosso da Bottega degli Apocrifi all’interno del Progetto Teatri del Gargano, sostenuto dalla Regione Puglia tramite L’Avviso a presentare iniziative progettuali riguardanti lo spettacolo dal vivo e le residenze artistiche – FSC Fondo di Sviluppo e coesione 2014/2020 – Patto per la Puglia.

 

INFO E PRENOTAZIONI:

Teatro Comunale Lucio Dalla / Botteghino 0884.532829 | 335.244843 www.bottegadegliapocrifi.it

Ufficio Cultura Comune di Manfredonia 0884.519710 www.comune.manfredonia.fg.it

Biglietti on line www.vivaticket.it | www.teatropubblicopugliese.it


X