Skip links

“Nella pancia del lupo” di Kuziba chiude la stagione domenicale “con gli occhi aperti” del Teatro “Lucio Dalla” di Manfredonia

Ultimo appuntamento al Teatro Lucio Dalla di Manfredonia targato “con gli occhi aperti”, la sezione dedicata alle famiglie e ai sognatori di tutte le età di “futura”, la stagione di prosa del Dalla ideata e organizzata dal Comune di Manfredonia, Teatro Pubblico Pugliese e da Bottega degli Apocrifi.

Domenica 3 marzo 2024 alle ore 18.00 andrà in scena “Nella pancia del lupo”, originale rilettura della fiaba di Cappuccetto Rosso a cura della compagnia teatrale pugliese Kuziba.

C’era una volta una bambina. C’era una volta una casa, chiusa come una cassaforte. C’era una volta un lupo con una pancia grande come una casa. Sappiamo tutti come ha fatto Cappuccetto Rosso a finire nella pancia del lupo, ma cosa è successo dopo, quando era là dentro? Cosa ha fatto tutto quel tempo? Era davvero sola? Siamo sicuri di sapere davvero come ha fatto ad uscire?

Nella pancia del lupo” tenta di rispondere con la fantasia a queste domande riscrivendo l’antica e popolare storia di Cappuccetto Rosso e raccontando di una bambina non più bambina, Maria, incastrata in una casa cassaforte; e degli “attenta, attenta a te” tramandati a madre in figlia. Un sentiero collega la casa della madre a quella della nonna, uno spazio di libertà in cui finalmente disobbedire e parlare con due occhi sconosciuti, quelli del lupo. Da qui in poi, è inevitabile la possibilità di finire nella pancia del lupo. Per fortuna tutta intera.

La pancia del lupo è un luogo buio, appiccicoso, vivace. Tra spintoni e sobbalzi di digestione, rotolamenti provocati da sbadigli lupeschi e corse rocambolesche è difficile stare attente a non sudare e non cadere. Maria, cercando una via d’uscita nel semi buio della pancia, incontra oggetti bizzarri e colei che diventerà la sua compagna d’avventure: un teschio di nome Tina.

In questo viaggio iniziatico faccia a faccia con la morte, Maria scoprirà di avere una voce per affermare i suoi personali “voglio” e capirà che anche il lupo ha un cuore e sa ascoltarla. Intanto, tra le curve dell’intestino, la nonna si è persa in un pisolino e si risveglia pensando di essere ancora nel suo letto, ignara, o forse no, di tutto l’accaduto. Nella pancia del lupo, la nonna è una voce che “inconsapevolmente” guida la bambina verso la scatola di cucito che contiene quello strumento che le porterà in salvo, le forbici: il coraggio.

Nella pancia del lupo” è uno spettacolo prodotto da Kuziba. Coproduzione di Bottega degli Apocrifi. Con il sostegno del TRAC_Centro di residenza teatrale pugliese – Sistema Garibaldi. Con Adriana Gallo. Drammaturgia di Raffaella Giancipoli, scene e luci di Bruno Soriato, paesaggio sonoro di Roberto Cupertino. Regia a cura di Adriana Gallo e Raffaella Giancipoli.

Il biglietto è al costo di 7 euro (platea primo settore), 6 euro (platea secondo settore), 5 euro (galleria).

Per informazioni: Bottega degli Apocrifi – Teatro Comunale “Lucio Dalla”, Via della Croce – Manfredonia, 0884.532829 – 335.244842 – botteghino@bottegadegliapocrifi.it.

 

Materiale Stampa

Cartella Stampa, Futura, Teatro Comunale Lucio Dalla.

 

 

X