“Mille di queste notti”, venerdì 22 “Cantare all’amore” de La Ballata dei Lenna

"Mille di queste notti", venerdì 22 "Cantare all'amore" de La Ballata dei Lenna

Venerdì 22 agosto parte il weekend teatrale tra le Antiche Mura di Manfredonia con la seconda edizione della rassegna “Mille di queste notti”: in scena “Cantare all’amore” della compagnia La Ballata dei Lenna. Info e biglietti 335.244843

Un weekend, tre giorni, quattro spettacoli teatrali, un evento speciale “la notte del teatro sotto le stelle”, 20 artisti: sono i numeri della seconda edizione della rassegna teatrale “Mille di queste notti – Il teatro tra le Antiche Mura di Manfredonia” – promossa da Bottega degli Apocrifi e Comune di Manfredonia – che si terrà da venerdì 22 a domenica 24 agosto.

Bottega degli Apocrifi quindi, adotta, per il secondo anno, Le Antiche Mura di Manfredonia: “Il nostro progetto di adozione si propone di raccontare la storia di questo pezzo di mura con torrione attraverso pratiche artistiche di comunità, e di rendere questo luogo, che risale alle radici della città in cui la Residenza e il teatro operano, uno spazio abitato” – spiegano gli Apocrifi.

“CANTARE ALL’AMORE” – Venerdì 22 agosto, alle ore 21.30, tra le Antiche Mura (Vico Delli Santi) va in scena lo spettacolo “Cantare all’amore” della Compagnia La Ballata dei Lenna, di e con Nicola Di Chio, Paola Di Mitri, Miriam Fieno (Ingresso € 5,00 | info. 335.244843).

Un quadrato di luce è la casa dove si intrecciano tre vite, quella di un sarto e di due sorelle: il brutto, la brutta e la bella. Tre vite prive di importanza che provano a capire ciò che è giusto e ciò che è sbagliato, anche se ormai giusto e sbagliato non aiutano a salvarsi. La brutta, vive una vita scevra d’aspirazioni contando davanti a se i giorni tutti uguali e accettando senza proteste gli umori di una sorella, prossima al matrimonio, assorbita interamente dalle speranze di una vita diversa. Il sarto, chiamato per riparare un abito da sposa ormai inadatto ad essere indossato, è l’inciampo della storia.

I tre personaggi si trovano presto a fare i conti con le proprie pulsioni, a sbrigliare e tenere a bada i propri desideri, a riscoprirsi teneri e violenti insieme, ma sempre e comunque, troppo inadeguati all’amore.
Non c’è tempo da perdere in carezze, non c’è più tempo. L’amore è una favola per ricchi e per santi. E noi non siamo né ricchi e né santi.

La rassegna “Mille di queste notti” è promossa dalla compagnia Bottega degli Apocrifi, dall’Assessorato alla Cultura della Città di Manfredonia – nell’ambito di Manfredonia festival – in sinergia col progetto “Teatri Abitati: una rete del contemporaneo” finanziato dal FESR (Fondo Europeo di Sviluppo Regionale) Asse IV azione 4.3.2, affidato dalla Regione Puglia Assessorato al Mediterraneo, Cultura e Turismo al Teatro Pubblico Pugliese.

“Mille di queste notti” prosegue con: sabato 23 NEL BOSCO ADDORMENTATO (SUMMER EDITION) della Compagnia Bottega degli Apocrifi. Domenica 24 “IL TEATRO D’APPENDICE/LA NOTTE DEL TEATRO SOTTO LE STELLE”, notte teatrale tra le antiche mura con degustazione di prodotti tipici: alle ore 21.30 AMORE E PSICHE della Compagnia Burambò e alle ore 23.00 “SOLILOQUY – DANZA TRA LE MURA” della Compagnia Teatro Danza Resexstensa.


X