L’Estranea di Casa

L’estranea di casa è una produzione Bottega degli Apocrifi da un progetto della compagnia Kuziba, spettacolo vincitore del Bando SIAE SILLUMINA.
L’estranea di casa è Luminiza: una rumena, una professoressa, una madre, una badante – che poi vuol dire una cuoca, una cameriera, una psicologa, una baby sitter, una confidente, un’infermiera – una donna, che questo spettacolo ha la pretesa di restituirci come persona.
Il testo e la regia dello spettacolo sono di Raffaella Giancipoli, che sarà anche in scena.
“Sostenere il suo progetto – racconta Stefania Marrone di Bottega degli Apocrifi – è stato naturale, perché esplorava la quotidianità del vivere insieme nonostante la lingua, il colore della pelle, i cibi tradizionali, la religione, l’abbigliamento; come se le lingue si potessero imparare, il colore fosse solo un colore, le ricette si potessero scambiare, di religione si potesse parlare e ognuno fosse libero di vestirsi come meglio crede. Qualcuno la chiama integrazione. Noi immaginiamo addirittura che possa entrarci con l’arte.”

Change this in Theme Options
Change this in Theme Options