La compagnia

compagniaBottega degli Apocrifi nasce nel 2001 a Bologna dall’incontro di tre studenti Universitari e un musicista diplomato al Conservatorio.

Stefania Marrone, Cosimo Severo, Iscra Venturi e Fabio Trimigno.

Nel corso degli anni il gruppo si è allargato e al suo interno ha generato delle specializzazioni creative e organizzative, in relazione a percorsi di formazione ed esperienze acquisite negli anni universitari e post-universitari.

Tra gli artisti che gli Apocrifi considerano buoni maestri incontrati durante il cammino ci sono il drammaturgo Gerardo Guccini; gli attori Marco Baliani, Laura Curino, Gabriella Bartolomei, Elena Bucci e Marco Sgrosso; i registi Antonio Pizzicato,  Gabriele Vacis. A questi si aggiungono gli incontri speciali con Marco Martinelli e Eimuntas Nekrošius.

Con l’obiettivo politico di coltivare il deserto, e col desiderio di fare del teatro uno strumento di lettura del reale, a maggio 2004 la compagnia si trasferisce a Manfredonia, instaurando un rapporto solido con il Territorio, operando una ricerca sulla nuova drammaturgia e sulla drammaturgia musicale, e lavorando sul Territorio per la formazione di nuovo pubblico.

Gli Apocrifi contaminano fin dalle loro origini l’attività di produzione con l’attività di formazione, dando vita a Progetti Speciali che coinvolgono di volta in volta differenti fasce della Comunità.

Dal 2008 la Compagnia gestisce il Teatro Comunale di Manfredonia e nello stesso anno rientra nel Progetto Teatri Abitati – Residenze Teatrali in Puglia .

La compagnia è inserita nell’Albo dello Spettacolo della Regione Puglia e riconosciuta dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali e sperimenta dal 2010 progetti di formazione internazionali col sostegno della Comunità Europea.

Change this in Theme Options
Change this in Theme Options