Pippi Calzelunghe

Fondazione AIDA
adattamento teatrale e traduzioni Pino Costalunga e Marinella Rolfart
con Marina Fresolone, Anna Benico, Jacopo Pagliari
scene, costumi e pupazzi Tjåsa Gusfor tecnico audio e luci Claudio Modugno/Riccardo Carbone/Matteo Pozzobon

REGIA PINO COSTALUNGA E MARINELLA ROLFART

I suoi capelli avevano lo stesso colore delle carote ed erano spartiti in due trecce che stavano dritte all’insù. Il suo naso aveva la forma di una patatina ed era tutto punteggiato di lentiggini. Sotto il naso c’era una bocca larga con denti bianchi e sani. Il suo vestito era davvero singolare. Infatti Pippi lo aveva cucito da sé. Lei lo avrebbe voluto blu, ma il tessuto blu non era bastato e così Pippi si era ingegnata a cucirci sopra qui e lì dei piccoli pezzi di stoffa rossa. Sulle sue gambe lunghe e magre portava un paio di lunghe calze, una marrone e l’altra nera. Ed aveva pure un paio di scarpe nere che erano esattamente lunghe il doppio dei suoi piedi.

Change this in Theme Options
Change this in Theme Options