Operetta burlesca

Venerdì 8 aprile 2016

EMMA DANTE in

OPERETTA BURLESCA

Questa storia parla di Pietro, un ragazzo della provincia meridionale. Pietro è nato femmina ai piedi del Vesuvio, parla in falsetto, ha un corpo sbagliato e un animo passionale, influenzato dal vulcano. Chi nasce sotto un vulcano è dedito all’amore, sa offrirsi, come se la natura esplodesse di vita. Pietro vive coi genitori, è figlio unico, il padre l’ha messo a lavorare in una pompa di benzina, s’innamora infelicemente un sacco di volte. L’unica sua libertà è scappare a Napoli: ci va a far shopping ma soprattutto a camminare, che bello camminare quando tutti sono troppo indaffarati per guardarti. Al suo rientro, Pietro si chiude nella sua stanza, la stessa di quand’era bambino coi poster attaccati con lo scotch, e si traveste, si mette gli abiti che si è comprato in via Duomo, calza le décolletés tacco 12, sposta i mobili, allarga lo spazio, impila il comodino sul letto, spinge nell’angolo l’armadio… E poi balla. Cresce ballando da solo.

“Operetta burlesca è uno spogliarello dell’anima”.

Con Viola Carinci, Roberto Galbo, Francesco Guida, Carmine Maringola | Produzione Sud Costa Occidentale

Testo e regia Emma Dante

GERMOGLI, IL PROGRAMMA COMPLETO

Change this in Theme Options
Change this in Theme Options